Basilicata Campania Molise Valle d'Aosta Piemonte Liguria Emilia Romagna Friuli-Venezia Giulia Trentino-Alto Adige Lombardia Puglia Lazio Umbria Marche Abruzzo Veneto Sardegna Calabria Sicilia Toscana

ITALIA

Lombardia

Provincia di Pavia

Val di Nizza

 Login/Registrazione    Il progetto
  

Val di Nizza

Home Page -> Italia -> Italia Nord-Occidentale -> Lombardia -> Provincia di Pavia ->Val di Nizza

  
Guida
 
Alloggi e sistemazione
 
Cultura e Tempo libero
 
Mangiare e bere
 
Salute e bellezza
 
Servizi turistici
 
Shopping

Mappa Val di Nizza

Informazioni generali
Il comune di Val di Nizza è, insieme ad altri 189, uno dei comuni della Provincia di Pavia.
Abitanti: ha una popolazione di circa 690 abitanti.
Comuni limitrofi: confina con i seguenti comuni: Fortunago, Montesegale, Ponte Nizza, Ruino, Valverde, Varzi.
CAP: 27050
Prefisso: 0383
Codice fiscale: L562
Codice ISTAT: 18166
Nome degli abitanti:


Il Territorio

La Storia

Folklore, Cultura e Tradizioni

Monumenti, Luoghi e Itinerari
Eremo di Sant'Alberto,Castello di Oramala
La costruzione dell'eremo venne iniziata dallo stesso sant'Alberto, forse del casato dei Malaspina, che nel 1030 andò ad abitare in solitudine nella vicina valletta del Borrione, ove tuttora vi è una piccola cappelletta a lui dedicata.
Avendo guarito miracolosamente un figlioletto muto del marchese di Casasco (Malaspina), questi in segno di riconoscenza gli edificò una chiesa romanica dedicata alla Madonna in cui sant'Alberto ed i suoi seguaci eremiti potessero celebrare l'Ufficio divino. Costituitisi in comunità, gli eremiti edificarono il monastero di cui rimane attualmente un'ala: il cosiddetto chiostrino ed il pozzo.

A capo della comunità venne eletto sant'Alberto, che rimase abate fino al 1073, anno della sua morte. Nel frattempo l'eremo, alle dirette dipendenze del Papa, era assurto a grande potenza sia spirituale che temporale. Molte erano le celle e le dipendenze dell'eremo, situate nelle attuali province di Piacenza, Pavia, Alessandria e Genova.Ospitò illustri personaggi ecclesiastici e laici tra cui il fuggiasco re d'Inghilterra Edoardo II Plantageneto che ancor prima si era nascosto nel Castello di Melazzo vicino ad Acqui Terme: un documento del 1877 attesta, senza ombra di dubbio, che il re morì e fu sepolto inizialmente in questo Eremo. Si ritiene inoltre che vi abbiano soggiornato anche Federico Barbarossa e Dante Alighieri
Venne costruito nel X secolo dalla famiglia Malaspina, nel 1029 possesso del ramo Obertengo. Dopo un passaggio, nel 1157, nelle mani dei marchesi D’Este e nel 1161 del vescovo di Tortona, ritorna, nel 1164, grazie a Federico Barbarossa ad Obizzo I.
Castello di Oramala
Verso la fine del XII secolo, con le fortune dei Malaspina, vede il momento di maggior splendore, diviene centro di diffusione culturale ospitando trovatori provenzali.

Nel 1474 la rocca viene fortificata da Manfredi Malaspina, per adeguarla alle nuove esigenze difensive dovute all'entrata in uso dell’artiglieria. Fuori dai flussi della storia il fortilizio rimane alla famiglia Malaspina sino alla fine del XVIII secolo, quando i marchesi di Oramala, trasferendosi a valle, ne decretano il declino; abbandonato, cominciò ad andare in rovina




Enogastronomia, Ricette e Prodotti tipici
ravioli di brasato
i ravioli di brasato sono tipici delle colline dell'oltrepò pavese, PAPPAECENA in Val di Nizza,li preparano come una volta.
Si prende la carne e la si mette a bagno per 24 h con cipolla,carote,sedano ,chiodi di carofano,pepe e vino
Il giorno dopo si brasa(dopo aver infarinato la carne)con olio,si brasano le verdure,si uniscono si aggiunge il vino della marinata e si fà andare bassissimo per almeno 5 ore
Quindi si scolla la carne,si batte al coltello si aggiungono uova,parmiggiano reggiano,noce moscata e si preparano i ravioli che saranno conditi con il sugo ottenuto(dopo averlo frullato)

Sport, Divertimento e Tempo libero

Eventi e Appuntamenti
11 settembre 2011 UNA PASSEGGIATA GOLOSA NELLA STORIA
rocca Oramala
Per la serie "Passeggiate golose tra natura e storia", l'associazione ricreativa culturale Calyx organizza per 11 settembre 2011 una camminata con accompagnatori locali e pic-nic tra la rocca di Oramala e l’Eremo di Sant'Alberto di Butrio lungo uno dei percorsi più belli e ricchi di storia dell’Oltrepò Pavese montano.
Il ritrovo dei partecipanti è previsto per le ore 09:45 al cancello di ingresso della Rocca di Oramala.
Le attività inizieranno con la visita guidata della Rocca, oggi residenza privata, ma un tempo culla della famosa dinastia dei Malaspina che dominò le vie appenniniche tra la Pianura Padana ed il Mar Ligure dal Medioevo fino all’età moderna.
Terminata la visita si intraprenderà il cammino verso S. Alberto di Butrio attraverso un paesaggio d’altri tempi, caratterizzato da boschi secolari e squarci panoramici sulle vette Appenniche. Questo percorso si snoderà a quota 700 metri, parte su fondo stradale e parte su sentieri sterrati ed avrà una durata di circa 2 ore e 30 min.(Km. 5), offrendo numerose occasioni di conoscere, tramite gli accompagnatori locali, storie e curiosità su questi antichi percorsi e sul paesaggio, la flora e la fauna che li caratterizzano.
All’arrivo della passeggiata gli organizzatori in collaborazione a produttori locali predisporranno presso la foresteria dell’abbazia un pic-nic a base di specialità “di strada” tipiche del territorio e provvederanno anche a spiegare l’origine dei varia cibi.
Una volta consumato il pic-nic verrà effettuata la visita guidata dell’Abbazia medievale, situata in posizione panoramica sopra la valle del Begna e famosa per lo splendido ciclo di affreschi Quattrocenteschi che raccontano la storia e l’importanza di questo territorio per il transito dei pellegrini medievali diretti a Roma e Gerusalemme. Le attività si concluderanno verso le ore 16:00 circa.
Dopo la visita dell’abbazia, l’organizzazione riaccompagnerà i guidatori alla rocca di Oramala in modo da consentire il recupero della propria auto.
La partecipazione è soggetta a prenotazione entro venerdì 9 settembre ed al pagamento sul posto di un contributo di , a titolo di iscrizione alle attività e copertura dei costi per alimenti, bevande ed altri oneri organizzativi. L’iniziativa verrà attivata al raggiungimento di min. 15 iscrizioni. Nr. partecipanti max. 40 persone.
Ai partecipanti è richiesto di adottare un abbigliamento comodo secondo le temperature del momento e calzature da escursione, senza dimenticare una borraccia o bottiglietta con acqua per il percorso ed eventuale giacca impermeabile in caso di tempo incerto.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
www.calyxturismo.blogspot.com
E-mail: calyx_pv@alice.it
Tel 349.5567762 (Andrea)- 347.5894890 (Mirella)


Da sapere

Numeri utili

  Link

 Annunci Val di Nizza Annunci gratuiti con foto e senza registrazione
 Annunci lavoro Val di Nizza Annunci gratuiti per offerta e ricerca di lavoro
 Annunci personali Val di Nizza Annunci gratuiti per amicizia, amore, incontri e matrimonio
 Annunci immobiliari Val di Nizza Annunci gratuiti di vendita e affitto case e immobili
 Annunci Val di Nizza Annunci gratuiti

 www.comune.valdinizza.pv.it/ - Sito web Comune di Val di Nizza

  I commenti degli utenti e dei viaggiatori

 Nessun commento in archivio. Registrati per inserire il tuo parere o per un semplice saluto

 


made by
Officine Informatiche