Basilicata Campania Molise Valle d'Aosta Piemonte Liguria Emilia Romagna Friuli-Venezia Giulia Trentino-Alto Adige Lombardia Puglia Lazio Umbria Marche Abruzzo Veneto Sardegna Calabria Sicilia Toscana

ITALIA

Calabria

Provincia di Crotone

Caccuri

 Login/Registrazione    Il progetto
  

Caccuri

Home Page -> Italia -> Italia Meridionale -> Calabria -> Provincia di Crotone ->Caccuri

  
Guida
 
Alloggi e sistemazione
 
Cultura e Tempo libero
 
Mangiare e bere
 
Salute e bellezza
 
Servizi turistici
 
Shopping

Mappa Caccuri

Informazioni generali
Il comune di Caccuri Ŕ, insieme ad altri 26, uno dei comuni della Provincia di Crotone.
Abitanti: ha una popolazione di circa 1790 abitanti.
Comuni limitrofi: confina con i seguenti comuni: Castelsilano, Cerenzia, Cotronei, Roccabernarda, San Giovanni in Fiore (CS), Santa Severina.
CAP: 88833
Prefisso: 0984
Codice fiscale: B319
Codice ISTAT: 101002
Nome degli abitanti: Caccuresi


Il Territorio
Caccuri
Il paese Ŕ situato nella Presila crotonese ed Ŕ facilmente raggiungibile dalla s.s.107 che collega Cosenza con Crotone. Vi si pu˛ accedere anche in macchina ma, per poterlo gustare in tutte le sue viuzze, Ŕ preferibile girarlo a piedi.

La Storia
Qualcosa su Caccuri
Caccuri, suggestiva cittadina che domina tutta la provincia di Crotone, Ŕ uno dei borghi che offre ancora oggi peculiaritÓ artistiche e ambientali del tutto insolite. Il tessuto urbano, infatti, conserva le caratteristiche del vecchio centro costituito da un intreccio di strade e vicoli che portano tutti al castello, un imponente maniero risalente al VI sec. d.C. Il paese fu feudo di Polissena Ruffo (moglie di Francesco Sforza) e delle famiglie Sangiorgio, De Riso, Spinelli, Cimino, Carafa, Cavalcanti, Barracco. Patria della famiglia Simonetta, Ŕ arroccato su uno sperone. Il borgo antico si presenta oggi all'occhio del turista un centro non ancora del tutto deturpato dal cemento armato. Il paese Ŕ dominato dall'antico castello medioevale, un vezzoso maniero risalente al VI secolo d. C. costruito per difendere i possedimenti bizantini durante l'invasione longobarda. L'intero edificio ha di per sÚ un certo fascino ma senza dubbio degna di particolare rilievo Ŕ la Cappella dei Cavalcanti, sita nell'atrio del Castello. L'interno abbellito da quadri e sculture attribuite alla scuola partenopea del 1800, il soffitto ligneo cassettonato del 1700, il portale in pietra opera dei maestri scalpellini dell'epoca, la rendono un vero e proprio capolavoro. La Chiesa di Santa Maria delle Grazie (sec. XV) domina il centro storico. Scampato all'ultimo "restauro" Ŕ il campanile, che custodisce una preziosa campana dedicata alla Madonna del 1578 che l'UniversitÓ di Caccuri commission˛ ad Angelo Rinaldi. A tre navate, la chiesa sfoggia al suo interno lo stile rinascimentale ed Ŕ adornata simmetricamente da altari che ospitano statue e tele di grande valore, come l'Ultima Cena e la Trasfigurazione (sec. XVIII), l'Immacolata, il pulpito e il fonte battesimale. Al lato destro vi Ŕ la Cappella di San Gaetano, che si pensa sia l'antico battistero del paese, unico nel suo genere, perchÚ non dovrebbe essere al lato della chiesa, ma di fronte. Il santuario di San Rocco risale al 1908, edificato forse in occasione di un'epidemia in onore del Santo Patrono. ╚ situato nelle vicinanze di via Murorotto, ovvero la via che costeggia l'antico tracciato delle mura che proteggevano il borgo dagli assalti, in cui si pu˛ ammirare un pregevole arco in cotto. Nelle vicinanze Ŕ situata anche l'antica via Judeca, un tempo sede di una sinagoga ebraica, come possono dimostrare i bassorilievi presenti. Da non perdere: il castello (www.castellodicaccuri.it), la Badia di S. Maria del Soccorso (XV sec. - www.fondazioneterzomillennio.it) e la Cappella della Congrega del S. Rosario (si concede l'indulgenza plenaria dal 1679, Ŕ ancora visibile la bolla papale di Innocenzo XI).

Qui ebbe i natali lo statista Cicco Simonetta, segretario di Francesco Sforza, duca di Milano, che dopo la sua morte divenne il reggente del ducato milanese finchÚ Ludovico il Moro, considerandolo d'intralcio alla sua scalata al trono, lo fece assassinare a Pavia nel 1410. A Caccuri venne girato il Brigante Musolino di Mario Camerini.

Folklore, Cultura e Tradizioni

Monumenti, Luoghi e Itinerari
Cosa Visitare
Chiesa Madre
Castello Di Caccuri


Castello di Caccuri

Chiesa Madre Santa Maria delle Grazie

Chiesa della Riforma (Convento)

Chiesetta di San Rocco

Rione Judeca




Enogastronomia, Ricette e Prodotti tipici
Prodotti tipici
Panificio loria Prodotti
Panificio Davide Loria

Panificio Davide Loria, Caccuri

Visitate il sito Web del Panificio Davide Loria

www.panificioloria.it

Il Panificio Davide Loria, Caccuri (Crotone), offre un vasto assortimento di prodotti tipici del luogo, con la possibilitÓ di effettuare ordini online, spedizioni tramite corriere espresso.



Sport, Divertimento e Tempo libero

Eventi e Appuntamenti

Da sapere

Numeri utili

  Link

 Annunci Caccuri Annunci gratuiti con foto e senza registrazione
 Annunci lavoro Caccuri Annunci gratuiti per offerta e ricerca di lavoro
 Annunci personali Caccuri Annunci gratuiti per amicizia, amore, incontri e matrimonio
 Annunci immobiliari Caccuri Annunci gratuiti di vendita e affitto case e immobili
 Annunci Caccuri Annunci gratuiti

  I commenti degli utenti e dei viaggiatori

 Nessun commento in archivio. Registrati per inserire il tuo parere o per un semplice saluto

 


made by
Officine Informatiche