Basilicata Campania Molise Valle d'Aosta Piemonte Liguria Emilia Romagna Friuli-Venezia Giulia Trentino-Alto Adige Lombardia Puglia Lazio Umbria Marche Abruzzo Veneto Sardegna Calabria Sicilia Toscana

ITALIA

Campania

Provincia di Napoli

Napoli

 Login/Registrazione    Il progetto
  

Napoli, Eventi e appuntamenti


Home Page -> Italia -> Italia Meridionale -> Campania -> Provincia di Napoli ->Napoli ->Eventi e appuntamenti

  
Guida
 
Alloggi e sistemazione
 Cultura e Tempo libero 
Mangiare e bere
 
Salute e bellezza
 
Servizi turistici
 
Shopping
Chiese e luoghi di cultoCinema e TeatriEventi e appuntamentiLocali e discotecheMonumentiMuseiSport e impianti




Visite guidate novembre 2017 19/11/2017 ERESIA ED INQUISIZIONE E LA STORIA DI SUOR GIULIA DE MARCO


DOMENICA 19 NOVEMBRE 2017

ERESIA ED INQUISIZIONE. LA STORIA DI GIULIA DE MARCO E L’IPOGEO DEI MARTIRI DELLA RIVOLTA DI MASANIELLO NELLA CHIESA DI SANTA MARTA.

Eresia ed Inquisizione, termini che ancor oggi evocano terrore, timore, persecuzione e che hanno caratterizzato il lungo periodo storico della società cinquecentesca e seicentesca. Parole i cui sinonimi corrispondono a soprusi, stregoneria, torture, morte in nome di dogmi e dottrine costruite ad hoc. Ma chi erano gli eretici o per meglio dire chi era etichettato come eretico? Gente comune tra cui, intellettuali, scienziati, medici, ecclesiastici vissuti a cavallo tra il XVI ed il XVII secolo la cui sola colpa imputabile era quella di porsi delle risposte alle loro curiosità, e sete del sapere ponendosi dei semplici perché. Precisiamo subito che Napoli fu, una delle poche città d’Europa o forse l’unica metropoli del tempo insieme a Venezia che rifiutò, decisamente e con fermezza l’istituzione dei tribunali della Santa Inquisizione all’interno delle proprie mura. Ciò nonostante però molti esponenti di cultura di quei tempi non poterono fare a meno di sfuggire ne tantomeno sottrarsi, alla cosiddetta caccia alle streghe perpetrata da poteri forti che in ogni modo, cercavano di ostacolare l’evoluzione mentale dell’individuo che inevitabilmente solo nel XVIII secolo portò alla evoluzione di quel movimento filosofico e filantropico che prende il nome di Illuminismo termine derivante, da Lumina Mentis ossia apertura della mente. Ovviamente come accennavamo poc’anzi, nonostante che la nostra città abbia rifiutato caparbiamente l’introduzione dei tribunali della Santa Inquisizione molti illustri concittadini del tempo furono marchiati, come eretici, sottoposti ad indagini, persecuzione, processi, torture e sottoposti ad ogni tipo di anomia. Basta fare alcuni nomi: Giambattista Della Porta e Giordano Bruno quest’ultimo condannato al rogo. Inoltre, l’inquisizione cercò in tutti i modi di arginare il concetto di pensiero etichettando come eretici anche coloro, che avevano preso parte alla rivolta di Masaniello del 1647 e gran parte trucidati all’interno della chiesa di Santa Marta dove tutt’ora i resti mortali riposono nel sottostante ipogeo che visiteremo in esclusiva. Pur tuttavia, ad onor di onestà storica dobbiamo precisare, che tra i cosiddetti eretici ci furono anche delle esagerazioni che superavano la pubblica decenza come nel caso di Suor Giulia De Marco personaggio controverso, ambiguo e alquanto sconosciuto della Napoli seicentesca. Ebbene il nostro tour domenicale si articolerà tra i luoghi che videro la presenza di questi personaggi del passato che hanno caratterizzato la storia della nostra città. Luoghi dove hanno dimorato e nel contempo professato le loro idee in primis Basilica e Convento di San Domenico Maggiore ove dimorò Giordano Bruno. Ma c’è un altro luogo ancora in parte sconosciuto che custodisce gelosamente da circa quattro secoli i resti mortali di quelli che furono i martiri dell’eresia nonché uomini e donne dell’esercito di Masaniello, questo luogo sacro e misterioso è costituito dai sotterranei ed ipogeo della trecentesca chiesa di Santa Marta dove tra l’altro sono conservati parte degli abiti indossati dai rivoluzionari del 1647. Ma ampio spazio sarà dato alla figura emblematica proprio di Suor Giulia De Marco influente personaggio e fondatrice della confraternita della Carità Carnale una miscellana a sfondo boccacesco tra erotismo, passionalità e religione nonché i luoghi dove ha dimorato e praticato tali dottrine. Il tour si concluderà poi nella chiesa di Santa Marta con la visita in esclusiva e per la prima volta all’ipogeo dove sono custoditi i resti mortali di quello che fu l’esercito di Masaniello. Bene, allora non ci resta che darci appuntamento a domenica 19 novembre 2017, con una chiave di lettura un po’ diversa sul tema dell’ Eresia ed Inquisizione.

Appuntamento ore 10:30 ingresso cortile della Basilica di San Domenico Maggiore.
Durata Tour 2 ore

Contributo associativo
€ 8
Ragazzi fino a 12 anni gratis

Il tour si effettuerà con guida abilitata Regione Campania

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIA ENTRO E NON OLTRE IL 18 NOVEMBRE 2017 CONTATTANDO ESCLUSIVAMENTE I SEGUENTI RECAPITI
CELL. 3405365852
WHATSAPP 3317100447
IN AMBEDUE I CASI FORNIRE IL PROPRIO NOMINATIVO, NUMERO DI CELLULARE E NUMERO DI PARTECIPANTI.

L’EVENTO SI SVOLGERA’ CON LA PRESENZA MINIMA DI 10 PARTECIPANTI PAGANTI

A cura dell’associazione culturale Antarecs
Website: www.antarecs.org

centro storico 80100 Telefono (Phone) 3317100447 E-mail: antarecs@virgilio.it
: www.antarecs.org

 


Non ci sono corrispondenze in altre lingue per questa voce.
Partecipa alla stesura di questa voce in Italiano e in altre lingue.

 


made by
Officine Informatiche